Berretti: Zenoni beffato a Bolzano. Serie utile chiusa tra molti rimpianti: in campo Otelè e Marchesi

di Antonio Sorrentino
articolo letto 339 volte
Foto

SudTirol-Monza 3-2 (2-2)

Marcatori: 16' Amico (S) 19' Otelè (M) 38' Corti (M) 44' Jamai (S) 91' Mangione (S)

SudTirol: Gentile, Benuzzi (88' Gambato), Gurini (64' Bertuolo), Pruietto, Cataldi, Colucci, Jamai, Truzzi, Unterthurner (70' Davi), Mangione, Amico All. Toccoli (Costigliola, Brugnara, Bordoni, Sissoko, Cernetti, Francescon)

Monza: Di Mango, Brusa, Brioschi, Cerrina (64' Chilafi), Rudi, Tumino, Otelè, Marchesi (88' Morlandi), Corti, Colombo (77' Beu), Belingheri (64' Ippolito) All. Zenoni (Nocco, Morganti, Cassaghi, Sassi, Mattiacci, Riminucci)

Arbitro: Sig. Bamba di Thioune (Picca-Ali)

Ammoniti: Gurini, Amico (S); Brioschi-Marchesi-Chilafi (M)

Dopo il rinvio del derby contro il Renate, la Berretti di Zenoni torna in campo per consolidare la propria striscia utile: si affida per questa finalità a cinque novità rispetto alla quaterna rifilata a domicilio alla Pro Vercelli, ossia Di Mango tra i pali, Brusa in difesa, Colombo e Marchesi a centrocampo e Otelè in attacco.

Debutta Marchese, ex Milan e Lazio, svincolato dal Pro Piacenza: sono così 27 gli elementi gettati nella mischia dal 1'.

I padroni di casa, che nell'ultimo impegno tra le mura amiche hanno pareggiato 3-3 contro la Pro Patria e che a livello di anagrafe equivalgono i brianzoli, fanno parte del poker al penultimo posto e si sono imposti in sole due circostanze.

Dopo un inizio ordinato in cui i locali avevano pigiato sul pedale dell'agonismo il SudTirol trova la rete: sulla sinistra Amico riceve la sfera, con Rudi lasciato solo in marcatura, e dopo essersi accentrato scaglia dal limite dell'area una sventola sul secondo palo.

E' un botta e risposta: Otelè poco dopo calcia una punizione sulla trequarti sinistra e senza che nessuno intervenga il calcio piazzato si tramuta in tiro-cross vincente sul secondo palo.

Se per Otelè è il terzo centro stagionale, quello di Corti sarà il quarto: il destro a mezz'altezza attivato dal lancio verticale di Belingheri supera Gentile e vale il vantaggio, annullato sul finale della prima frazione da un pasticcio difensivo; Tumino invece di disimpegnarsi su Di Mango effettua un passaggio orizzontale che incoccia sulla testa di Unterthurner, sulla sfera si avventa Jamai, beffando anch'esso di testa Di Mango in uscita.

Il Monza si era fatto preferire per la manovra, più che per le opportunità da rete, al SudTirol e va perciò negli spogliatoi con qualche rimpianto, rimpianti che si accatastano in quantità industriale nel secondo tempo, perché le occasioni sono costruite come in una catena di montaggio: gli errori lasciano però scampo agli altoatesini, in grado dal canto loro di punzecchiare in un paio di circostanza i biancorossi.

Al 91' il gol-vittoria: sulla propria trequarti Ippolito inciampa e l'assist di Bettuolo è finalizzato, nonostante lo spalla a spalla con Rudi, dal rasoterra di  Mangione a ingresso area.

Cinque risultati utili avevano rilanciato il Monza, che potrà ora sfruttare il calendario: tre match (Renate-Piacenza-Gozzano) di fila al Monzello, a partire dal recupero mercoledì contro le Pantere, vittoriose 5-2 sul Piacenza e ora a -1 dai cugini biancorossi, per risalire ancora la classifica.

Antonio Sorrentino


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy