Serie C, Girone B - I risultati della 37^: il Pordenone è promosso. Imolese e Feralpi non sbagliano. SudTirol sorpassato dal Monza

di Antonio Sorrentino
Vedi letture
Rimini ancora vivo
Rimini ancora vivo

Le partite della 37^ (la classifica qui)

Imolese-SudTirol 2-0 Lanini (I) Mosti (I)

Monza-Fermana 3-0 Armellino (M) Tentardini (M) Chiricò (M)

Pordenone-Giana 3-1 Candellone (P) Ciurria (P) Perna (G) Barison (P)

Renate-Feralpisalò 2-3 Piscopo (R) Maiorino (F) Maiorino (F) Guglielmotti (R) Maiorino (F)

Sambenedettese-Gubbio 3-1 Di Massimo (S) Ilari (S) De Silvestro (G) Stanco (S)

Ternana-Ravenna 1-0 Marilungo (T)

Triestina-Teramo 3-2 Granoche (TR) Fiordaliso (TE) Costantino (TR) Petrella (TR) Proietti (TE)

Vicenza-Fano 1-0 Giacomelli (V) Giacomelli (V)

Virtusvecomp-Albinoleffe 1-2 Sibilli (A) Sbaffo (A) Danti (V)

Vis Pesaro-Rimini 0-0

La presentazione della 37^

Tutte le formazioni invertono il terreno di gioco rispetto a domenica: si gioca in simultanea.

Tutto pronto al Bottecchia per la festa della capolista, ma la Giana, che nelle ultime settimane ha superato Monza e Renate, impattando contro Feralpi e Ternana, non è disposta a fare sconti, nonostante la salvezza a portata di mano.

Dopo la promozione i ramarri cercheranno di mantenere a Salò l'imbattibilità esterna.

Ha ormai centrato la seconda piazza aritmetica la Triestina, corsara proprio sul Garda: la rimonta sulla Vis Pesaro ha intanto messo di fatto al riparo da sorprese gli abruzzesi.

Il terzo posto vede in lizza Imolese e Feralpi, la prima impegnata tra le mura amiche, la seconda in Brianza (dove aveva già cominciato la sua stagione): gli scontri diretti avvantaggiano i ragazzi di Dionisi, che devono come primo obiettivo respingere il tentativo di aggancio altoatesino; è proprio il Druso il campo che ha ridato il sorriso alle Pantere, vittoriose di misura e pronte a mettersi alle spalle la trappola playout.

Mesto il saluto dei rossoverdi al pubblico del Liberati: Ternana ancora a secco di successi nel 2019 e non ancora salva, il Ravenna può approfittarne; per i bizantini quelle contro il Vicenza sono state le terze reti bianche dell'ultimo mese.

In casa le due venete, che ricevono squadre alla ricerca della salvezza: in particolare scotterà la sfera a Borgo Venezia, dato che gli scaligeri, che non centrano da quattro giornate i tre punti, meditano il sorpasso sui blucelesti, non fosse altro che per coinvolgere nelle sabbie mobili dell'ultimo turno più rivali possibili.

Il Fano è a proposito all'ultima spiaggia: non sarebbe un'impresa espugnare il Menti, che non applaude da dodici gare un successo dei biancorossi.

In caso di vittorie casalinghe al Brianteo e al Riviera delle Palme i rossoblu aggancerebbero i gialloblu prima di incrociarli a casa loro: completa il programma il derby adriatico, altro snodo cruciale in fondo alla classifica, altra gara valevole un aggancio potenziale.

Lo scontro diretto col Renate la settimana successiva potrebbe regalare agli augustei di Petrone il sapore dell'un'impresa insperata.

Antonio Sorrentino


Altre notizie