Serie C, Girone B - I risultati della 26^: altra spallata del Pordenone. Feralpisalò e Monza possono sorridere. Ritmo da playoff per Diana

di Antonio Sorrentino
articolo letto 1383 volte
Ternana ancora in crisi
Ternana ancora in crisi

Serie C, girone B: i risultati della 26^ giornata (Qui la classifica aggiornata) 

Albinoleffe-Ternana 2-1 Razzitti (A) Sbaffo (A) Marilungo (T)

Fermana-Gubbio 0-1 Chinellato (G)

Ravenna-Giana 1-1 Nocciolini (R) Perico (G)

Pordenone-Vis Pesaro 1-0 Candellone (P)

Virtusvecomp-Renate 0-1 Gomez (R)

Fano-Teramo 1-0 Celli (F)

Imolese-Sambenedettese 0-0

Monza-Vicenza 2-0 Lora (M) D'Errico (M)

Rimini-Feralpisalò 1-3 Maiorino (C) Caracciolo (F) Palma (R) Marchi (F)

Triestina-SudTirol 0-0

La presentazione della 26^

A tre giorni di distanza solo Renate e Triestina mantengono il campo di gioco: i brianzoli, reduci dal colpaccio di Pesaro che consolida una striscia di otto gare utili, sono ancora ospiti, con i giuliani che dopo aver tramortito il Monza vorranno fare proprio un altro scontro diretto, quello contro gli altoatesini di Zanetti.

Al Rocco solo il Fano si è imposto e l'attacco rossoalabardato, pur se facilitato dal doppio rigore offerto a Granoche, pare essere tornato a girare al meglio: sono trentasette le marcature dei giuliani, miglior attacco assieme a quello del Pordenone.

I principali attacchi del girone, incluso appunto quello degli alabardati, possono sfruttare il fattore campo: per Imolese e Pordenone ci sono avversarie marchigiane, rivali col dente avvelenato per le recenti sconfitte. Se la Sambenedettese vive un momento di flessione dopo un buon periodo, invece la Vis Pesaro ha offerto nelle ultime settimane il solo lampo del Liberati.

A dare loro l'assalto nel dato offensivo saranno il Vicenza, per la settima volta privato dei tre punti al Menti, e la Ternana, che ha riacciuffato grazie a Pobega la Virtusvecomp già sfortunata contro la Triestina e che può essere facilitata dall'affrontare il secondo peggiore attacco del lotto, assieme a quello della Fermana.

Lo squalificato Calori non ha ancora assaporato la gioia dei tre punti, nonostante il poker di opportunità avute.

Lotta salvezza protagonista a Borgo Venezia, dove calano le Pantere ringalluzzite da Diana (i nerazzurri han difatti ceduto solo in due occasioni dal suo arrivo), e al Mancini, stadio in cui compirà un girone la gestione di Maurizi.

In quest'ottica conta molto per la Giana la trasferta bizantina: sinora i gorgonzolesi hanno centrato due successi fuori casa, ma la gestione Albè è partita sotto i migliori auspici, visto che in quattro partite nessuno ha superato i Leoni della Martesana.

Se quella contro i gardesani, risaliti nelle posizioni che più competono loro grazie al quarto successivo di fila (sempre di misura), è per i ragazzi di Martini la prima di tre gare (Feralpisalò-Ravenna-Ternana) consecutive al Neri, la sfida contro i berici costituisce per D'Errico e soci sia la prova della maturità, in particolare maniera dopo il tracollo in Venezia Giulia, che l'occasione di vendicare lo scivolone del Menti, sempre in infrasettimanale.

Il programma è completato dall'incontro del Recchioni: i gialloblu sono ormai risucchiati al limite della zona playoff, mentre Galderisi ha incassato in un colpo solo più reti di quante gli eugubini ne avessero subite in tutte le altre gare in casa.

Il classico brodino potrebbe essere il pronostico più sensato.

Antonio Sorrentino


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy